DSC_0147

ISTITUTO PARITARIO S. MARIA DELLA MERCEDE

VIA UMBERTO, 8 95030 SANT’AGATA LI BATTIATI (CT)

 

PATTO EDUCATIVO di CORRESPONSABILITA’

 

Il Patto di corresponsabilità si inserisce all’interno di una linea di interventi di carattere normativo e amministrativo attraverso i quali si sono voluti richiamare ruoli e responsabilità di ciascuna componente della comunità scolastica: docenti, dirigenti scolastici, studenti e genitori. Al fine di consentire all’istituzione scolastica di realizzare con successo le finalità educative e formative cui è istituzionalmente preposta, ciascun soggetto è tenuto ad adempiere correttamente ai doveri che l’ordinamento gli attribuisce. Ciò premesso

– VISTA la direttiva MPI n. 5843/A3 del 16 ottobre 2006 Linee d’indirizzo sulla cittadinanza democratica e legalità

– VISTA la direttiva MPI ‘n. 16 del 5 febbraio 2007 Linee di indirizzo generali ed azioni a livello nazionale per la prevenzione e il bullismo

-VISTA la direttiva MPI n. 30 del 15 marzo 2007 Linee di indirizzo ed indicazioni in materia di utilizzo di “telefoni cellulari” e di altri dispositivi elettronici durante l’attività didattica, irrogazione di sanzioni disciplinari, dovere di vigilanza e di corresponsabilità dei genitori e dei docenti

– VISTA la direttiva MPI n. 104 del 30 novembre 2007 recante linee di indirizzo e chiarimenti interpretativi ed applicativi in ordine alla normativa vigente posta a tutela della privacy con particolare riferimento all’utilizzo di telefoni cellulari o di altri dispositivi elettronici nelle comunità scolastiche allo scopo di acquisire e/o divulgare immagini, filmati o registrazioni vocali.

– VISTO Il Regolamento di Istituto

si stipula con la famiglia dell’alunno il seguente patto educativo di corresponsabilità, con il quale

  1. Il Dirigente scolastico si impegna a:
  • Garantire e favorire l’attuazione dell’Offerta Formativa, ponendo studenti, genitori, docenti e personale non docente nella condizione di esprimere al meglio il loro ruolo valorizzandone le potenzialità.
  • Garantire e favorire il dialogo, la collaborazione e il rispetto tra le diverse componenti della comunità scolastica.
  • Cogliere le esigenze formative degli studenti e della comunità in cui la scuola opera, per ricercare risposte adeguate.
  • Sviluppare il senso di appartenenza all’Istituto scolastico.

2. I docenti si impegnano a:

  • Essere puntuali alle lezioni, precisi nelle consegne di programmazioni, verbali e negli adempimenti previsti dalla scuola;
  • Sostenere un rapporto di relazione con lo studente aperto al dialogo e alla collaborazione al fine di motivarlo all’apprendimento, creare un ambiente educativo sereno e rassicurante;
  • Svolgere attività di recupero per combattere l’insuccesso scolastico;
  • Favorire negli studenti la capacità di iniziativa, di decisione e di assunzione di responsabilità, favorire l’interiorizzazione del rispetto delle regole comportamentali;
  • Far comprendere agli allievi i criteri di valutazione delle verifiche orali, scritte o di laboratori, valutando in modo trasparente ed imparziale;
  • Incoraggiare gli alunni gratificandone il processo di formazione;
  • Educare al rispetto di sé e degli altri cercando di prevenire qualsiasi forma di pregiudizio, di emarginazione, episodi di bullismo, favorendo l’accettazione dell’altro e la solidarietà;
  • Promuovere le motivazioni all’apprendere;
  • Rispettare i tempi e i ritmi dell’apprendimento;
  • Far acquisire agli alunni una graduale consapevolezza delle proprie capacità;
  • Rendere l’alunno consapevole degli obiettivi e dei percorsi operativi;
  • Favorire l’acquisizione e il potenziamento di abilità cognitive e culturali;
  • Favorire un orientamento consapevole e positivo delle scelte relative al curricolo opzionale;
  • Comunicare alla famiglia l’andamento didattico e disciplinare (il rendimento dello studente, le assenze, i ritardi, e le sanzioni) attraverso comunicazioni orali, scritte, telefoniche e online allo scopo di ricercare ogni possibile collaborazione scuola -famiglia.
  • Essere attenti al comportamento degli studenti in classe e negli intervalli e non abbandonare momentaneamente la classe senza averne dato l’avviso al personale ausiliario.
  • Lavorare in modo collegiale con i colleghi di classe e di circolo.

3. Il personale amministrativo si impegna a:

  • Elaborare gli atti amministrativi e rispettare i tempi di consegna agli studenti e alle famiglie.

4. Il personale ausiliario si impegna a:

  • Sorvegliare gli studenti nelle aule, nei laboratori e negli spazi comuni, in occasione di momentanea assenza degli insegnanti.
  • Sorvegliare gli ingressi dell’istituto con apertura e chiusura degli stessi.
  • Garantire la pulizia dei locali scolastici, degli spazi scoperti, degli arredi e relative pertinenze.
  • Garantire il necessario supporto alle attività didattiche, con puntualità e diligenza.

5. I genitori si impegnano a:

  • Conoscere l’Offerta Formativa della scuola e partecipare al dialogo;
  • Eleggere i genitori rappresentanti di classe e mantenere con loro una comunicazione costante con eventuali proposte e osservazioni;
  • Partecipare a riunioni, assemblee e colloqui;
  • Garantire che i figli entrino a scuola in orario;
  • Permettere le assenze solo per motivi validi ed evitare le uscite e le entrate fuori orario;
  • Giustificare tempestivamente le assenze e i ritardi rispettando le modalità previste;
  • Controllare il diario o il registro elettronico per leggere e firmare tempestivamente gli avvisi;
  • Controllare l’esecuzione dei compiti a casa responsabilizzando i propri figli nell’organizzazione del tempo e degli impegni extrascolastici;
  • Fornire il proprio figlio, in tempi brevi, del materiale richiesto dai docenti per lo svolgimento delle attività (compresa la divisa e l’abbigliamento indicato per le attività motorie);
  • Favorire la partecipazione dei figli a tutte le attività programmate dalla scuola;
  • Trasmettere ai figli la convinzione che la scuola è di fondamentale importanza per costruire il loro futuro e la loro formazione culturale;
  • Educare i figli a mantenere un comportamento corretto in ogni circostanza e in ogni ambiente;
  • Accertarsi che lo studente rispetti il divieto d’uso di cellulare, apparecchi o oggetti che possano disturbare la lezione e le norme sulla privacy circa la diffusione delle immagini;
  • Informare la scuola, anche in forma riservata, di eventuali problematiche che possono avere ripercussioni sull’andamento scolastico dello studente nonché di eventuali patologie che richiedono attenzioni particolari;
  • Invitare il proprio figlio a non fare uso in classe di cellulari o di altri dispositivi elettronici o audiovisivi, consapevoli delle conseguenze disciplinari della violazione di tale obbligo;
  • Impostare un dialogo costruttivo e collaborativo con i docenti e il Dirigente, instaurando rapporti corretti nel rispetto dei ruoli;
  • Partecipare con regolarità ed attivamente alle riunioni previste;
  • Rispettare la libertà di insegnamento e la competenza professionale e valutativa dei docenti;
  • Intervenire tempestivamente e collaborare con l’Insegnante e la Direzione nei casi di scarso profitto e/o indisciplina;
  • Risarcire i danni eventualmente prodotti dal proprio figlio nell’uso improprio o scorretto dei servizi, degli arredi e delle attrezzature;
  • Risarcire il danno, in concorso con altri (corresponsabilità del gruppo classe), anche quando l’autore del fatto non dovesse essere identificato;
  • Osservare le norme connesse agli aspetti organizzativi esplicitate nel Regolamento d’Istituto.

6. Lo studente si impegna a:

  • Rispettare persone, ambienti e attrezzature, evitando di provocare danni a cose, persone, suppellettili e al patrimonio della scuola;
  • Tenere un contegno corretto e rispettoso nei confronti di tutto il personale della scuola e dei propri compagni, usando un linguaggio ed un abbigliamento adatto all’ambiente educativo in cui si vive e si opera;
  • Osservare le disposizioni organizzative e di sicurezza dettate dai Regolamenti interni, in particolarità la puntualità alle lezioni e il rispetto del divieto d’uso dei telefoni cellulari e degli altri dispositivi elettronici durante le ore di lezione;
  • Non usare a scuola oggetti che distraggano o disturbino le lezioni ( è previsto il ritiro immediato e la riconsegna ai genitori);
  • Portare sempre il materiale necessario allo svolgimento delle attività didattiche;
  • Lasciare l’aula solo se autorizzati dall’insegnante;
  • Seguire con attenzione quanto viene insegnato ed intervenire, contribuendo ad arricchire le lezioni con le proprie conoscenze ed esperienze;
  • Osservare nei confronti del Dirigente scolastico, dei docenti, di tutto il personale e dei compagni, lo stesso rispetto, anche formale (linguaggio, atteggiamento, divisa scolastica;…), che richiedono per se stessi e consono ad una corretta convivenza civile;
  • Rispettare le diversità personali e culturali, nonché la sensibilità altrui;
  • Conoscere e rispettare il Regolamento di Istituto.

7. Lo studente ha diritto a:

  • Una formazione culturale qualificata, che valorizzi e rispetti l’identità di ciascuno e sia aperta alla pluralità delle idee;
  • Una valutazione regolare, periodica e con criteri espliciti e che lo possa aiutare ad individuare i propri punti di forza e di debolezza per migliorare il proprio rendimento.

DISCIPLINA

Il genitore/affidatario, nel sottoscrivere il presente patto è consapevole che:

  • le infrazioni disciplinari da parte del figlio danno luogo a sanzioni disciplinari;
  • nell’eventualità di danneggiamenti o lesioni a persone , la sanzione è ispirata al principio della riparazione del danno.

PROCEDURA AVVISI E RECLAMI

In caso di parziale o totale inosservanza dei diritti-doveri previsti nel presente patto, si applica quanto segue:

  1. Segnalazione di inadempienza tramite “avviso” se prodotta dall’Istituto, tramite “reclamo” se prodotta dal genitore/affidatario; tanto gli avvisi che i reclami possono essere prodotti in forma sia orale che scritta;

2. Accertamento: una volta prodotto l’avviso o il reclamo, se l’inadempienza non risulta di immediata evidenza, il ricevente si accerterà o verificherà le circostanze segnalate ed intraprenderà ogni opportuna iniziativa volta ad eliminare la situazione di inadempienza e le eventuali conseguenze;

In base a quanto disposto dall’art. 3 del D.P.R. 235/2007, il presente Patto educativo di corresponsabilità è parte integrante del Regolamento di Istituto.

Il DIRIGENTE SCOLASTICO

                                                                                                                                                            f.to Di Caro Vincenza

INTEGRAZIONE PER CONTRASTO COVID-19

In riferimento al parere tecnico espresso in data 28 maggio 2020 dal Comitato Tecnico Scientifico (CTS) istituito presso il Dipartimento della Protezione Civile, per quanto riguarda le “misure organizzative generali” e le indicazioni che il Comitato fornisce in ordine ai comportamenti che coinvolgono direttamente le famiglie o chi detiene la potestà genitoriale e gli studenti maggiorenni, la precondizione per la presenza a scuola di studenti (…) è:

– l’assenza di sintomatologia respiratoria o di temperatura corporea superiore a 37,5° C anche nei tre giorni precedenti;

– non essere stati in quarantena o isolamento domiciliare negli ultimi 14 giorni;

– non essere stati a contatto con persone positive, per quanto a propria conoscenza, negli ultimi 14 giorni.

All’ingresso a scuola NON è necessaria la misurazione della temperatura corporea.

Chiunque ha sintomatologia respiratoria o temperatura superiore a 37,5°C dovrà restare a casa. Pertanto si rimanda alla responsabilità individuale rispetto allo stato di salute dei minori affidati alla responsabilità genitoriale. Esplicito e ripetuto da parte del Comitato il “bisogno di una collaborazione attiva di studenti e famiglie (…) nel contesto di una responsabilità condivisa e collettiva” e la chiamata alla corresponsabilità della comunità tutta nel fronteggiare la “grave crisi educativa” prodotta dall’epidemia Covid-19.

I genitori/esercenti potestà genitoriali/tutori  consapevoli di tutte le conseguenze civili e penali previste in caso di dichiarazioni mendaci,

SOTTOSCRIVONO IL SEGUENTE PATTO DI CORRESPONSABILITÀ

per l’alunno/a  iscritto presso l’Istituto Paritario S. Maria della Mercede di Sant’Agata Li Battiati (CT).

LA FREQUENZA NELL’ISTITUTO SCOLASTICO

In particolare, il genitore (o titolare di responsabilità genitoriale) dichiara:

– di essere a conoscenza delle misure di contenimento del contagio vigenti alla data odierna;

– che il figlio, o un convivente dello stesso all’interno del nucleo familiare non è sottoposto alla misura della quarantena ovvero che non è risultato positivo al COVID-19;

– di impegnarsi a trattenere il proprio figlio al domicilio in presenza di febbre (uguale o superiore a 37,5°) da misurare quotidianamente prima di accedere a scuola, oppure in presenza di altri sintomi quali mal di gola, congestione nasale, congiuntivite, perdita dell’olfatto o del gusto e di informare tempestivamente il pediatra della comparsa dei sintomi o febbre;

– di essere consapevole ed accettare che il proprio figlio in caso di febbre uguale o superiore i 37,5° o di presenza delle altre sintomatologie sopra citate, non potrà essere ammesso a scuola e rimarrà sotto la sua responsabilità;

– di essere consapevole ed accettare che, in caso di insorgenza di febbre (uguale o superiore a 37,5°) o di altra sintomatologia (tra quelle sopra riportate), l’Istituto scolastico provvede all’isolamento immediato del bambino e ad informare immediatamente i familiari;

– di essere consapevole che il proprio figlio/a dovrà rispettare le indicazioni igienico sanitarie all’interno dell’istituto scolastico (uso della mascherina a partire dai 6 anni);

– di essere stato adeguatamente informato dall’Istituto scolastico di tutte le disposizioni organizzative e igienico sanitarie per la sicurezza e per il contenimento del rischio di diffusione del contagio da Covid-19;

– di non poter accedere, se non per situazioni di comprovata emergenza, a scuola, durante lo svolgimento delle attività ed in presenza dei bambini;

– di impegnarsi ad adottare, anche nei tempi e nei luoghi della giornata che il proprio figlio non trascorre a scuola, comportamenti di massima precauzione circa il rischio di contagio;

– di essere consapevole che nel momento di una ripresa di attività di interazione, seppur controllata, non è possibile azzerare il rischio di contagio che invece va ridotto al minimo attraverso la scrupolosa e rigorosa osservanza delle misure di precauzione e sicurezza previste da appositi protocolli per lo svolgimento delle attività, (per questo è importante osservare la massima cautela anche al di fuori del contesto dell’istituto scolastico).

In particolare, l’istituto scolastico durante il periodo di frequenza a scuola:

– si impegna a comunicare eventuali modifiche o integrazioni delle disposizioni;

– si avvale di personale adeguatamente formato su tutti gli aspetti riferibili alle vigenti normative in materia di organizzazione di servizi scolastici, in particolare sulle procedure igienico sanitarie di contrasto alla diffusione del contagio.

Il personale stesso si impegna ad osservare scrupolosamente ogni prescrizione igienico sanitaria e a recarsi al lavoro solo in assenza di ogni sintomatologia riferibile al Covid-19;

-si impegna ad adottare tutte le prescrizioni igienico sanitarie previste dalla normativa vigente, tra cui le disposizioni circa il distanziamento;

– si impegna di attenersi rigorosamente e scrupolosamente, nel caso di acclarata infezione da Covid-19 da parte di un bambino o adulto frequentante l’istituto scolastico, a ogni disposizione dell’autorità sanitaria locale.

LA DIDATTICA A DISTANZA

La Didattica a distanza sarà attivata nel caso di una recrudescenza del virus COVID-19 o per qualunque altra causa di forza maggiore, come prescritto dal Decreto n.39 del 26/06/2020 – “Piano scuola 2020-2021”: paragrafo “Piano scolastico per la Didattica digitale integrata” e come evidenziato dal D.M. n.89 del 07 Agosto 2020 recante “Adozione delle Linee guida sulla Didattica digitale integrata”.

La Didattica a distanza richiede una ridefinizione ed un rafforzamento del patto educativo di corresponsabilità tra la scuola e le famiglie.

La scuola e le insegnanti si impegnano a:

– Realizzare la Didattica a distanza mediante registro elettronico Nuvola della Madisoft e relative applicazioni per le lezioni da casa supportate anche dai telefoni cellulari, consapevole che non tutte le famiglie dispongono degli stessi dispositivi tecnologici, anche in dipendenza del numero di figli in età scolare;

– Ricalibrare e comunicare mediante comunicazione sul registro elettronico gli obiettivi della programmazione annuale e i criteri di valutazione;

– Operare scelte didattiche flessibili che tengano conto delle diverse situazioni familiari e individuali, soprattutto nel caso di alunni con bisogni educativi speciali;

– Operare in una fascia oraria prestabilita, così da aiutare alunni e famiglie a distinguere il tempo del lavoro da quello familiare;

– Mantenere la comunicazione con le famiglie singolarmente attraverso il registro elettronico.

La famiglia si impegna a:

– Consultare periodicamente il sito dell’Istituto e la Bacheca del registro elettronico per visionare le comunicazioni della scuola e dell’insegnante;

– Stimolare l’alunno alla partecipazione il più possibile autonoma e responsabile alle attività di didattica a distanza e allo svolgimento dei compiti assegnati rispettando le scadenze;

– Vigilare affinché i contenuti delle lezioni, loro eventuali registrazioni e il materiale online che sono postati ad uso didattico non vengano utilizzati in modo improprio né tali da causare imbarazzo alla scuola e ai docenti;

– Controllare che siano rispettate tutte le norme vigenti a difesa della privacy.

In base a quanto disposto dall’art. 3 del D.P.R. 235/2007, la Presente Integrazione al Patto Educativo di corresponsabilità è parte integrante del Regolamento di Istituto.

Il DIRIGENTE SCOLASTICO

                                                                                                                                                            f.to Di Caro Vincenza


Condividi

Leave a Reply