DSC_0221

PERCORSO METODOLOGICO-DIDATTICO PER OTTIMIZZARE IL SERVIZIO

  • Rapporto diretto e continuo e continuo con le famiglieper accoglierne le richieste ed i suggerimenti;
  • Individualizzazione dell’insegnamento per esaltare le capacità e le predisposizioni di ciascuno;
  • Raccordo collegiale di tutto il corpo docente per garantire l’interdisciplinarità e l’unitarietà del processo d’apprendimento;
  • Formazione e perfezionamento del corpo docente con approfondimento di particolari problematiche metodologico-didattiche per il miglioramento del servizio.

REGOLAMENTO ALUNNI

1. L’iscrizione ad una delle classi dell’istituto avviene per domanda da parte di uno dei genitori e dell’esercente la patria podestà. Alla domanda va allegata l’autocertificazione dell’atto di nascita, del certificato di vaccinazione, di residenza, dello stato di famiglia ed il titolo di studio eventuale. Successivamente al primo anno di iscrizione, per ogni anno a seguire va data conferma scritta entro gennaio.

2. L’iscrizione comporta l’impegno al pagamento delle rette relative al ciclo specifico del bambino iscritto. L’Istituto si impegna a non variare l’importo delle rette per tutto l’anno scolastico.

3. Di anno in anno, per completare la formazione degli alunni e i loro interessi, l’Istituto tiene dei corsi aggiuntivi e complementari. Per le singole necessità, i genitori potranno concordare la fruizione con la Direzione.

4. Le famiglie dovranno mantenere continui contatti con la Scuola per seguire gli sviluppi dell’itinerario educativo e d’istruzione degli alunni, partecipando alle sedute che a tal fine saranno, man mano indette. I conferimenti con i docenti dovranno avvenire nei giorni e negli orari stabiliti.

5. L’ingresso in aula degli alunni della scuola dell’infanzia è tra le 8.30 e le 9.00 e l’uscita tra le 13.00 e le 16.30. Per la scuola primaria l’ingresso avviene tra le 8.15 e le 8.30, orario d’inizio delle lezioni che terminano alle 13.30.

Si raccomanda ai genitori l’osservanzadell’orario poichè la puntualità è un valore educativo che testimonia il rispetto verso la comunità.

6. Ogni alunno deve mantenere una condotta esemplare, rispettando gli insegnanti, i compagni, il personale ausiliario. L’edificio scolastico è un bene comune che va trattato in maniera che tutti si trovino a proprio agio: vanno dunque esclusi atti di vandalismo agli arredi e alle strutture, gli sprechi di materiale nell’uso di servizi. Il rispetto a luoghi comporta il silenzio nell’attraversare i corridoi, l’evitare ogni schiamazzo scomposto durante momenti di ricreazione, il divieto di scherzi pesanti e l’uso di qualsiasi oggetto anche potenzialmente offensivo dell’incolumità altrui. A scuola non possono essere portati che oggetti e materiali inerenti all’insegnamento o alle attività complementari; altro materiale verrà ritirato, mentre non si risponderà dello smarrimento di oggetti di valore. L’abbigliamento dovrà essere curato, lindo e consono alle indicazioni impartite. I comportamenti indisciplinati e reiterati costringeranno l’Istituto a prendere necessari provvedimenti sino a quello estremo dell’espulsione.

Leave a Reply